Accesso Iscriviti

Accesso

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account EurActiv

EurActiv.it

Pittella - vice Pe"Un chiarimento definitivo": lo chiede Gianni Pittella, Pd, vice-presidente vicario del Parlamento europeo, in una dichiarazione diffusa mentre s'intrecciano indicazioni contraddittorie sull'andamento della crisi nell'Unione.Pittella osserva: ‘’Il boom delle esportazioni della Germania, che hanno superato in valore quelle cinesi, e la domanda nell’ultima asta dei bund, che nonostante i tassi negativi ha superato largamente l’offerta, dimostra che non sono i contribuenti tedeschi a pagare il prezzo della crisi dell’euro ma al contrario ne stanno ampiamente beneficiando’’.

 

‘’I diktat tedeschi, giustificati dalla signora Merkel con l’insofferenza dell’opinione pubblica interna, non hanno evidentemente fondamento – prosegue la nota -. Il patto di solidarietà su cui poggia la forza e il progetto dell’Unione europea e’ messo pericolosamente in discussione per perseguire interessi nazionali ristretti e miopi’’.

‘’L’Italia - sottolinea Pittella - sta pressando i suoi contribuenti per mantenere gli impegni assunti in Europa, ha appena riscosso la quota di imposte da versare a quel fondo Salva-stati che potrebbe allontanare la speculazione dal debito sovrano europeo mentre la Germania lo sta boicottando, rinviando di giorno in giorno il pronunciamento della Corte costituzionale’’ (che è atteso per il 12 settembre, data confermata dopo voci di slittamento).

La nota conclude: ‘’Sono comportamenti inaccettabili sui quali i paesi dell’Unione europea devono chiedere al piu’ presto un chiarimento definitivo: i tedeschi ci dicano loro se vogliono ancora restare nell’Euro oppure no’’.