Accesso Iscriviti

Accesso

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account EurActiv

EurActiv.it

WindJet disagiLe Istituzioni comunitarie seguono con attenzione, in queste ore, due crisi italiane: quella dell'Ilva di Taranto, che vive oggi una giornata cruciale con la missione nella città pugliese di tre ministri -obiettivo, consentire che l'acciaieria continui a funzionare, rispettando le regole dell'ambiente e della salute-; e quella della compagnia aerea low cost WindJet.

Per l'Ilva, vi sono già state numerosi interventi, a livello di Commissione e di Parlamento europei e c'è l'ipotesi di utilizzo per il risanamento di fondi europei. Per la WindJet, la direzione generale Trasporti dell'Esecutivo comunitario è in stretto contatto con l'Enac, almeno da quando la compagnia ha sospeso le operazioni lo scorso fine settimane, con conseguenze negative su collegamenti e passeggeri.

La Commissione constata che la situazione per i passeggeri è molto difficile e valuta in modo positivo le azioni finora intraprese dall'Enac e da altre compagnie aeree per consentire ai passeggeri di raggiungere le loro destinazioni il più rapidamente possibile. Per le autorità comunitarie, la priorità in questa fase sono proprio i passeggeri, la loro sicurezza e la riduzione al minimo dei loro disagi.